16 dic 2013
aerosol-bambini-come-fare

L’altra sera parlavo con un’amica dentista che mi raccontava di riscontrare, durante le visite, un aumento di carie nei bambini. Mi diceva che, a suo parere, l’uso massiccio di cortisonici per aerosol durante il periodo invernale poteva esserne la causa e si chiedeva come mai nessuno spiegasse ai genitori che dopo aver utilizzato l’aerosol è necessario lavare i denti e pulire accuratamente la zona intorno al naso e alla bocca.

L’ utilizzo del cortisone per aerosol fa si che lo smalto dei denti sia più facilmente attaccabile dai batteri. Basterebbe lavarsi i denti dopo ogni nebulizzazione per ridurre quasi completamente il rischio. Allo stesso modo, lavare col sapone la zona intorno alla bocca e al naso per evitare di contrarre infezioni micotiche come il cosiddetto “mughetto”. Il “mughetto” è l’infezione causata dal fungo Candida Albicans che vive normalmente nel cavo orale in equilibrio con altri batteri. Quando questo equilibrio viene turbato magari proprio a causa di farmaci come i cortisonici o gli antibiotici, si può avere la classica sintomatologia caratterizzata da formazioni biancastre all’interno della bocca.

Ecco alcuni consigli per un uso corretto dell’ aerosol:

  • Dopo ogni utilizzo dell’ aerosol è fortemente raccomandato lavare  e asciugare accuratamente tutte le parti (mascherina, ampolla e tubo) perchè vi è un plausibile rischio di contaminazione batterica.
  • Soprattutto per i bambini: utilizzare la mascherina ben aderente alla bocca ed evitare la terapia durante il sonno perchè il respiro superficiale renderebbe vana la nebulizzazione
  • Scegliere preferibilmente un aerosol con sistema meccanico a pistone. Gli aerosol ad ultrasuoni sono rapidissimi e silenziosissimi ma non riescono a nebulizzare le particelle di farmaco denso come i cortisonici (es. Clenil)
  • Dato che il farmaco non verrà nebulizzato tutto, si consiglia di diluire sempre il farmaco con 2 ml si soluzione fisiologica, salvo diversa indicazione del medico.

 

Condividi

Tags

Lascia un commento