Diarrea, dimagrimento, anemia. Questi sono i sintomi più tipici della Celiachia, l’intolleranza permanente al glutine con la quale convive una persona su 100 in Italia. Il glutine è un complesso proteico presente in alcuni cereali:  frumento, farro, grano khorasan (di solito commercializzato come Kamut®), orzo, segale, spelta e triticale. Per quanto riguarda l’avena il Ministero della Salute afferma che la stragrande maggioranza dei celiaci possa tollerarla, ma che è meglio escluderla dalla dieta per il rischio di contaminazione. Ma come avviene l’intolleranza e come reagisce l’organismo? Una volta che il glutine giunge nell’intestino tenue scatena la reazione infiammatoria da parte di un tipo di cellule del sistema immunitario, i linfociti T, contro i villi intestinali che, sottoposti per lungo tempo a tale reazione, vengono danneggiati o, ancor peggio, distrutti. Questo comporta una riduzione drastica dell’ assorbimento degli elementi nutritivi presenti negli alimenti e conseguente dimagrimento e anemia. La celiachia è dunque una malattia autoimmune perchè l’organismo attacca cellule e tessuti sani (i villi intestinali) e  i celiaci mostrano una tendenza a sviluppare malattie autoimmuni come diabete di tipo 1 e artrite reumatoide.

I sintomi della malattia celiaca possono riguardare l’apparato digerente e quindi diarrea, vomito, gonfiore, costipazione, ma anche essere più svariati e meno bruschi: anemia, artrite, dolori muscolare e ossei,affaticamento, stomatiti e dermatiti.

La diagnosi primaria verrà fatta tramite le analisi del sangue che verificheranno la presenza di anticorpi antitransglutaminasi tissutale o antiendomisio. Se le analisi o il test rapido eseguito in farmacia dovessero risultare positivi, verrà eseguita una biopsia dell’intestino tenue per verificare l’integrità dei villi intestinali.

Una volta confermata la diagnosi di malattia celiaca, l’unica terapia possibile sarà la dieta priva di glutine facendo attenzione anche ad eventuali contaminazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *