Una persona diabetica può affrontare qualsiasi tipo di viaggio: non esistono mete vietate o pericolose. L’importante è adottare misure adatte per viaggiare in tutta sicurezza e spensieratezza.

Per prima cosa ricordiamo di NON SPEDIRE MAI insulina e glucometro. L’ideale è portare tutto il necessario (glucometro, aghi strisce reattive, insulina ecc) con se .

Se si viaggia in auto tenete l’insulina nell’abitacolo e non nel portabagagli o nel cruscotto. Tenete sempre a disposizione caramelle, frutta, zucchero per sopperire ad un’eventuale ipoglicemia.

Qualora doveste affrontare un viaggio in aereo ricordate di portare con voi la scorta di insulina e farmaci. Per evitare errori nel calcolare le ore trascorse dall’ultima iniezione, tenete un orologio fissato sul fuso orario della partenza. Se il volo è intercontinentale con diversi scali o mutamenti degli orari dei pasti sono necessarie alcune precauzioni:

In caso di diabete di tipo 1: se viaggiate da NORD a SUD non vi sono modifiche nel dosaggio di insulina.

Viaggiando invece da EST a OVEST, invece, occorrerà stabilire con proprio diabetologo un aggiustamento di dose e tempi di somministrazione dell’ insulina.

In caso di diabete di tipo 2, non vi sono particolari accorgimenti da adottare.

Ecco alcuni suggerimenti per conservare adeguatamente l’insulina se non siamo a casa:

Buone Vacanze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *